Natale con i tuoi

Le osservazioni e le previsioni sui trend per il Natale 2020 di Gianfranco Ranieri, dal 2006 presidente del Salone Internazionale del Giocattolo, nonché presidente di Flora, marchio storico di prodotti natalizi.

Sarà un Natale più casalingo, rassicurante, tradizionale e sostenibile. Con molta più voglia di decorare le proprie abitazioni.


C’è già un interessante dato di fatto su cui basarsi: gli acquisti di Natale sono cominciati prima del solito.

 

In particolare, quali sono i trend per questo Natale?
Il Natale Mediterraneo:
rassicurante, caldo, tradizionale e anche un po’ classico. Nessuna novità eccentrica.
Colori predominanti rimangono quelli più tradizionali e classici: rosso e oro in primis. E anche bianco. Si aggiunge il rosa, nella sua tonalità pallida, ovvero il rosa confetto (che già avevamo visto affacciarsi l’anno scorso). Non c’è violenza o scintillio nei colori, sono tutti tenui, caldi… rassicuranti.

Luci e illuminazioni: molta voglia di luce. Le vendite stanno già andando molto bene. “Da parte dei consumatori – e quindi delle aziende, sottolinea Ranieri – rimane alta l’attenzione alla natura e alla sostenibilità, ai prodotti eco-green, anche per quanto riguarda le decorazioni natalizie (legno, colori naturali). Come Flora siamo molto attenti al tema del sociale. Abbiamo per esempio donato e piantato 3000 alberi (non di Natale!) in Kenya, dove da molti anni – attraverso Karibuni Onlus – sosteniamo attività e progetti a favore dei bambini”.


Cosa determina queste tendenze?
La casa ormai da mesi è l’unico e vero fulcro della nostra quotidianità, i festeggiamenti natalizi in ristoranti o altri luoghi saranno ridotti ai minimi termini, perciò si vivranno molto di più le case”. E puntualizza: “ognuno la sua, perché ritrovarsi sarà probabilmente ancora complicato”.

Di conseguenza, per vivere al meglio questi momenti di festa (e dimenticare per un po’ le tensioni) “si rinnovano l’albero e le decorazioni, si arricchisce il presepio – un forte ritorno, perché è un qualcosa che si fa in casa, insieme, ed evoca la famiglia – e c’è un forte aumento anche del fai da te. Abbiamo più tempo per poterci dedicare anche a creare da soli alcune decorazioni”.


Insomma, si va riconfermando il trend del riuso, del riutilizzo e del fai da te, ma soprattutto della personalizzazione.
Conclude Ranieri con una nota di ottimismo: “la casa dovrà essere bella come non mai: accogliente, calda, luminosa. Un Natale speciale che non dimenticheremo mai… Dobbiamo comunque avere fiducia e sapere che questo momento lo supereremo”.

 

fonte: homimilano.com – Gruppo Fiera Milano